Cioccolato, che passione!

Alzi la mano chi non ama il cioccolato: pochissimi, vero?

Sono davvero migliaia le persone che, fondente o al latte, bianco o alle nocciole, speziato o arricchito, non possono proprio resistere alla tentazione di una barretta di cioccolato profumata.

Ebbene, a tutto questo la scienza è riuscita a dare una risposta perché esiste una ragione che, al di là del semplice peccato di gola, è in grado di spiegare il motivo per cui il cioccolato piace così tanto.

Perché ci piace il cioccolato?

Tutto dipende dalla serotonina. Quando la mente e il corpo sono sottoposti a forte stress, i livelli di serotonina, il cosiddetto “ormone della felicità” si abbassano generando uno stato d’animo triste e malinconico.

Il cioccolato, semplicemente, stimola la produzione di serotonina ed ecco spiegato il perché spesso, quando siamo tristi o giù di morale, tendiamo ad addentare la barretta.

Il cioccolato è nemico della dieta?

Per gli amanti del cioccolato, un cruccio comune è quello che riguarda la dieta: è un alimento vietato? La risposta è: dipende. 

Dipende, prima di tutto, dalla qualità del cioccolato consumato.

Quello fondente, per esempio, contiene una quantità di grassi nettamente inferiore rispetto al cosiddetto “cioccolato bianco”. In particolare, ha bassi contenuti di zuccheri e burro di cacao, maggiori quantità di cacao estratto dalle fave della pianta.

Dipende anche dall’origine degli ingredienti: se provengono da agricoltura controllata e biologica come le barrette di cioccolato Alce Nero Fairtrade, non soltanto non impattano negativamente sulla salute dell’organismo ma addirittura potrebbero portare importanti benefici fisici e psicologici.

 
Cioccolato al latte e nocciole intere
Cioccolato extra fondente
Aquista Aquista

Tutti i prodotti cioccolato

Infine, naturalmente, dipende dalla quantità di cioccolato ingerita quotidianamente. Gli abusi, come per qualsiasi altro alimento, non giovano alla salute pertanto è sempre bene consumare il cioccolato in quantità moderate prestando attenzione all’etichetta.

Come riconoscere un buon cioccolato fondente?

Un trucco consiste nel cercare sull'etichetta l’ingrediente “zucchero”. Se questo viene elencato tra i primi, allora siamo di fronte a un cioccolato di bassa qualità arricchito di altre sostanze.

Invece, un buon cioccolato fondente è quello che elenca lo zucchero fra gli ingredienti a partire dalla terza posizione. Per esempio il cioccolato Mascao fondente di Altromercato i cui ingredienti sono pasta di cacao, burro di cacao e zucchero integrale di canna. Lo zucchero è elencato come terzo ingrediente ed inoltre si tratta di zucchero integrale di canna, quindi grezzo e meno dannoso per la salute.

Un’altra regola riguarda la percentuale di cacao, che non deve essere inferiore al 70%. Per esempio il cioccolato fondente crudo biologico Vivoo contiene il 93% di cacao!

Ora che sai tutto quel che c’è da sapere su come scegliere il cioccolato fondente e non, corri a fare acquisti su Io Scelgo Bio.

Tutti i prodotti cioccolato